Guai in vista per Roy Hodgson: appena il tempo di godersi l’esordio sulla panchina dell’Inghilterra, e di pregustare un Europeo da vivere come possibile outsider, ed ecco due pesanti assenze, entrambe a centrocampo. Dopo il forfait di Gareth Barry, sostituito da Phil Jagielka, ecco quello di Frank Lampard: si è infatti rivelato grave come temuto l’infortunio muscolare patito dal vice-capitano del Chelsea durante l’allenamento di mercoledì. Un indurimento alla coscia anticamera di uno stiramento, come confermato dagli esami strumentali cui il giocatore si è sottoposto nella giornata di giovedì: lo staff medico inglese “non è in grado di garantire la ripresa fisica di Lampard per le prime tre partite”, quelle del girone, pertanto si è resa necessaria una sostituzione. L’esordio dell’Inghilterra all’Europeo sarà contro la Francia lunedì 11 alle ore 18 a Donetsk.

Al suo posto è stato immediatamente convocato Jordan Henderson, eterna promessa del Liverpool ma reduce da un campionato sotto tono: il giovane mediano (22 anni), appena due presenze in Nazionale fino ad oggi, si unirà al gruppo nelle prossime ore. “E’ una grave perdita per noi, soprattutto perché giunge dopo quella di Barry – ha dichiarato Hodgson”. Lampard, che vanta 90 presenze in Nazionale, era stato presente a tutti i grandi appuntamenti con la Nazionale inglese dal Mondiale 2002. Con la convocazione di Henderson il Liverpool diventa il club con il maggior numero di convocati, ben cinque, ma il mediano dei reds non sarà certo un titolare. Anzi, a questo punto Hodgson, a corto di centrali, potrebbe essere costretto ad un cambio di modulo virando sul 4-4-2.

Approfondimenti