La copertina di "Nuvola Numero Nove", l'ultimo album di Samuele Bersani

La copertina di “Nuvola Numero Nove”, l’ultimo album di Samuele Bersani

“En e Xanax” è il titolo dell’ultimo singolo di Samuele Bersani, primo estratto dal nuovo album del cantautore romagnolo, Nuvola Numero Nove, che segna il ritorno di Bersani quattro anni dopo Manifesto abusivo. Uscito il 10 settembre, Nuvola Numero Nove contiene altre nove tracce inedite: “Chiamami Napoleone”, “Desirée”, “Ultima chance”, “Settimo cielo”, “D.A.M.S.”, “Reazione umana”, “Spia polacca” e “Il re muore”.

La genesi del titolo del singolo d’apertura, in rotazione radiofonica dal 30 agosto, l’ha spiegata lo stesso Bersani, ma il grande ispiratore del brano e dell’intero album è il compianto Lucio Dalla, scopritore del talento di Bersani, il quale ha raccontato come un giorno, camminando sotto la casa bolognese del grande artista scomparso mentre veniva trasmessa in filodiffusione “Cara”, una delle canzoni più famose di Dalla, Bersani abbia incrociato lo sguardo di una ragazza che la sera stessa lo contattò via mail spiegandogli le sue ansie ed il ricorso all’”En” (il Delorazepam), un noto e potente ansiolitico. Ne è nata una fitta corrispondenza, nella quale Bersani ha ammesso di aver sofferto degli stessi problemi e di essere spesso ricorso ad un altro farmaco, lo “Xanax” (l’Alprazolam).

Da qui il titolo di un brano che, ben lungi da esaltare l’uso degli ansiolitici, celebra il coraggio di due persone a svelare i rispettivi punti deboli fino a far nascere tra i due un amore vero capace di vincere paure e solitudine. Un amore simile a quello che unì “Anna e Marco”, altri due personaggi storici della discografia di Lucio Dalla, la cui immagine ritorna virtualmente anche nella copertina dell’album di Bersani, raffigurante gli occhiali del cantante proprio come in Dalla, l’album omonimo del grande Lucio, pubblicato nel 1980 e che conteneva nel lato B proprio “Cara”. Come un cerchio che si chiude.

Video En e Xanak Samuele Bersani

Qui di seguito il video En e Xanak Samuele Bersani:



Testo En e Xanak Samuele Bersani

Qui di seguito il testo En e Xanak Samuele Bersani:


En e Xanax non si conoscevano
prima di un comune attacco di panico e subito
filarono all’unisono
Lei, la figlia di una americana trapiantata a Roma
e lui
un figlio di puttana
ormai disoccupata

En e Xanax si tranquillizzavano
con le loro lingue al gusto di medicina amara
e chiodi di garofano.
Lei per strada, lui rubava i libri della biblioteca
e poi glieli leggeva seduto sopra un cofano

Se non ti spaventerai con le mie paure,
un giorno che mi dirai le tue
troveremo il modo di rimuoverle.
In due si può lottare come dei giganti
contro ogni dolore
e su di me puoi contare per una rivoluzione.
Tu hai l’anima che io vorrei avere.

En e Xanax quando litigavano
avrebbero potuto fermare anche il traffico di New York,
o uccidersi al telefono
Lei si calmava, lui la ritrovava nuda sulla sedia
e poi sovrapponevano il battito cardiaco

Se non ti spaventerai con le mie paure,
un giorno che mi dirai le tue
troveremo il modo di rimuoverle.
In due si può lottare come dei giganti
contro ogni dolore
e su di me puoi contare per una rivoluzione.
Tu hai l’anima che io vorrei avere.

En e Xanax si anestetizzavano
con le loro lingue al gusto di menta e marijuana
e poi si addormentavano…

E poi si addormentavano…e poi si addormentavano…
e poi si addormentavano.e poi si addormentavano…

Approfondimenti