Elio e le Storie Tese Dannati forever Sanremo 2010
Elio e le Storie Tese Dannati forever Sanremo 2013


Elio e le Storie Tese ‘Dannati forever’ Sanremo 2013 Artisti/Campioni, testo video canzone

In questa sezione troverete infomazioni inerenti Elio e le Storie Tese ‘Dannati forever’ Sanremo 2013.

Come Chiara Galiazzo, anche Stefano Belisari, in arte Elio, leader e voce del gruppo degli Elio e le Storie Tese, è fresco di X-Factor dove anche per l’edizione appena finita ha partecipato in qualità di giudice.
Il gruppo milanese vede le sue origini ben 30 anni fa e il successo del suo rock demenziale è stato portato alla ribalta proprio grazie a una partecipazione al Festival di Sanremo di ben 17 anni fa, edizione del 1996, con l’irriverente brano La terra dei cachi. Fu l’inizio di una nuova era per il palco dell’Ariston: gli Elii portarono innovazione, umorismo e quel tocco di leggerezza che mancava, sebbene il testo del loro brano denunciasse i più gravi problemi dell’Italia di oggi e di allora: la corruzione, la mafia, la malasanità…
Con quella partecipazione guadagnarono il secondo posto e vinsero il premio della critica. Premio che, proprio qualche giorno fa, è stato rubato da alcuni ladri che hanno svaligiato l’abitazione milanese del produttore musicale Claudio Dentes…


Elio e le Storie Tese parteciperà nella categoria ‘Campioni’ al Festival di Sanremo 2013 portando due brani, il primo è ‘Dannati forever’ mentre la seconda canzone portata al Festival è ‘La canzone mononota’.


Scopri come si svolgeranno le serate di Sanremo 2013.

Testo Elio e le Storie Tese ‘Dannati forever’ Sanremo 2013

Ieri, andando a fare due passi in un percorso di fede, mi chiedevo:
Posso smaltire i peccati con il jogging?
Ma sono troppi i peccati mortali che ho collezionato
Per esempio:
Fatto adulterio, mentito, rubato,
Continuamente pisello toccato
Fin dall’età di sei anni ero già condannato
Pupupu Purtroppo vado all’inferno, nel fuoco eterno
Cococo cogli onanisti, i comunisti e Gengis Khan
Chi l’avrebbe detto che sarei finito dannato
All’inferno!
Ma come ti muovi ti imbatti in un peccato:
Credi in un gruppetto di dei e poi li nomini invano;
Pergiove, perdiana, perbacco, perdinci!
Pippi e ti dimentichi di santificare;
All’inferno!
Non onori il papà, non onori la mamma;
Accidentalmente assassini la gente;
Dopo una cena elegante all’improvviso fornichi
Tu tu tu tutti insieme all’inferno
All’inferno all’inferno all’inferno all’inferno all’infè!
Co co co come la Reggio Calabria – Salerno in agosto
All’inferno all’inferno all’inferno all’inferno allnfrnllnfrnllnfrnllfrno!
Crema protezione totale contro il fuoco infernale
Non c’è, non c’è
Tutti nudisti ustionati dannati forever and ever
O iè
Pu pu pu pure tu all’inferno?
Pure tu pure tu pure tu pure tu pure tu pure!
Pa pa pa pazzesco!
All’inferno
Com’è successo?
Pazzesco!
Vi vi vi vivere una vita d’inferno
Vivere, morire!
Per poi finire
All’inferno all’inferno all’inferno all’inferno allnfrnllnfrnllnfrnllfrno!
Tu tu tu tutti insieme all’inferno
Anche il governo
Co co co co coi sodomiti, i moderati, i giornalisti e gli esodati
Anche tu all’inferno
Insieme a noi, voi, lui, lei, essi
All’inferno

[cf]js[/cf]

Festival Sanremo, gli argomenti

Potrai seguire su sdamy l’edizione in corso del Festival di Sanremo nei suoi vari aspetti:

Approfondimenti