Salvo Castagna ed Anna Falchi nel video de "Due Bandiere al Vento"

Salvo Castagna ed Anna Falchi nel video de “Due Bandiere al Vento”

“Due Bandiere al Vento” è il primo singolo di Salvo Castagna, anticipazione dell’omonimo album d’esordio, in uscita per la fine del 2013 . Castagna è un manager siciliano, ex amministratore delegato della compagnia telefonica Italiacom, “prestato” alla canzone grazie ad un’intuizione di Paolo Vallesi, nelle inedite vesti di produttore: i due si sono conosciuti in estate durante un concerto di Vallesi ad Agrigento, ed ecco scoccare la “scintilla artistica”.

A rendere immediatamente celebre Castagna, però, è stato soprattutto quel mini-spot trasmesso durante la partita di calcio Italia-Repubblica Ceca dello scorso 10 settembre, capace di far schizzare la popolarità del “carneade” Castagna, scoperto in quel frangente da quasi 10 milioni di telespettatori. Ma non è stato solo questo inatteso bagno di popolarità a permettere a Castagna di entrare in pochi giorni nella top ten dei brani più scaricati su iTunes.

“Due bandiere al vento”, infatti, scritto dallo stesso Vallesi insieme a Stefano Zarfati, ha fatto leva sulla curiosità suscitata da una new entry nel mondo musicale non accompagnata da un’età verdissima, ma forte di una canzone magari non ad effetto dal punto di vista del testo (“Ci lanciamo dei segnali, imparando anche a volare senza avere ali”), ma musicalmente interessante. Tutt’altro che inosservato è stato anche il video, diretto da Ernesto Maria Ponte e che può contare su una guest star d’eccezione come Anna Falchi.

Video Due Bandiere al Vento Salvo Castagna

Qui di seguito il video Due Bandiere al Vento Salvo Castagna:



Testo Due Bandiere al Vento Salvo Castagna

Qui di seguito il testo Due Bandiere al Vento Salvo Castagna:


Perchè quel che più si ama

splende meglio nell’assenza

e ora mentre ti allontani sembri già una stella

e ti resto qui a guardare

e così prendo coscienza e ti sentirò domani

sei comunque bella

Come due bandiere al vento

ci lanciamo dei segnali

imparando anche a volare

senza avere ali

è difficile anche amarsi come esseri normali

prenderò le vie dei canti

e mentre scendo sali

Qualche volta perso il senso

non so più cos’è reale

mi succede se ti penso sudano le mani

non ha più importanza il tempo

perchè non ci può cambiare

due minuti fa era ieri

e oggi e già domani

Come due bandiere al vento

ci lanciamo dei segnali

imparando anche a volare

senza avere ali

è difficile anche amarsi come esseri normali

prenderò le vie dei canti

e mentre scendo sali

E’ così tanto che aspettiamo

che è arrivato già l’inverno

e questo tempo che perdiamo

non lo avremo indietro mai

ma ricorderò per sempre

quando ti facevo male

mi fermavo ed un sorriso

e ti lasciavi andare

ti lasciavi andare

Come due bandiere al vento

ci lanciamo dei segnali

imparando anche a volare

senza avere ali

è difficile anche amarsi come esseri normali

prenderò le vie dei canti

e mentre scendo sali

Come due bandiere al vento

parallele in movimento

guarda dentro le tue mani

e dimmi cosa vedi

ci dev’essere un domani

che ci fa sentire meglio

come due bandiere al vento

ci accarezza il vento

Perchè quel che più si ama

splende meglio nell’assenza

e ora mentre ti allontani sembri già una stella

Approfondimenti