Dracula'


Tra qualche giorno(metà ottobre), prima a Londra, poi nel resto del mondo, rifarà la sua comparsa il Principe delle Tenebre, il Signore della Transilvania, insomma, il Conte Dracula.

Dacre Stoker, pronipote dello scrittore e “inventore” di Dracula, Bram Stoker, dopo aver ritrovato alcuni appunti del suo avo, frammenti non utilizzati nella stesura del romanzo “Dracula” e alcune possibilità di un finale diverso, ha, infatti, deciso di dare un sequel al romanzo horror più famoso e conosciuto di tutti tempi.

La nuova opera, dal titolo “Dracula: il non-morto“, che Dacre ha scritto insieme allo sceneggiatore Ian Holt, diventerà presto anche un film in uscita, probabilmente, nel 2009. Il nuovo libro(e conseguente film) “ufficiale” sulla figura del vampiro più amato di sempre, ha ricevuto anche il consenso degli eredi di Stoker, che avevano autorizzato soltanto la trasposizione cinematografica del “Dracula” di Bela Lugosi del 1931.

Dopo 111 anni dall’uscita del primo libro, quindi, Dracula torna a nuova vita. La vicenda è ambientata a Londra, 25 anni dopo quella raccontata da Bram Stoker, e vede come attori principali alcuni dei protagonisti del primo romanzo, da Mina a Jonathan Harker, e, naturalmente, il professor Van Helsing.

La vicenda si apre con Quincey, il figlio di Mina e Jonathan Harker, che si troverà coinvolto in una difficile trasposizione teatrale della storia di Dracula e di suo padre, la messinscena porterà il ragazzo a confrontarsi con i terribili segreti della sua famiglia.

Indiscrezioni sulla versione cinematografica del libro, parlano di un ritorno all’antico per Monica Bellucci, sembra, infatti, che sarà lei, nel ruolo di Lucy, una delle protagoniste del film. Per l’attrice umbra sarebbe un vero e proprio ritorno alle origini, la Bellucci aveva, infatti, esordito a livello internazionale proprio nel piccolissimo ruolo di una vampira, nel film “Dracula di Bram Stoker”, di Francis Ford Coppola, con Keanu Reeves e Anthony Hopkins.

Per quanto riguarda il ruolo del vampiro invece la scelta sembra sia caduta su Javier Bardem, vincitore dell’Oscar per “Non è un paese per vecchi”, e non sarà certo un compito facile il suo, dovrà infatti far dimenticare le prove meravigliose di Gary Oldam ( Dracula di Coppola), Christopher Lee e l’ineguagliabile Bela Lugosi.

Approfondimenti