Dimagrire in palestra con i pesi

Dimagrire in palestra con i pesi

Per perdere peso facendo allenamento con i pesi è importante frequentare con costanza una palestra adeguatamente attrezzata e con personale in grado di seguire l’allenamento in maniera competente secondo le esigenze di ciascuno.

Allenarsi con i pesi per perdere peso…..non è un gioco di parole, tutto inizia dall’intensità dell’allenamento, l’intensità è un parametro di sforzo fisico dato da: numero di ripetizioni, carico usato e pausa di riposo tra le serie di ripetizioni. La manipolazione di uno di tali singoli fattori determinerà le conseguenti variazioni dell’intensità.

Un numero di ripetizioni tra 6 e 12, l’utilizzo di un carico inteso a raggiungere il fallimento muscolare entro tale range di ripetizioni ed un recupero di 60 secondi tra le serie rappresentano i presupposti per la più elevata intensità raggiungibile con l’allenamento pesi. L’allenamento intenso con i pesi si traduce in una ottimale perdita di grasso per due principali motivi:

  1. L’elevata intensità incrementa i livelli di adrenalina e noradrenalina, due ormoni che se attivati, sono responsabili della distruzione dei grassi a scopo energetico. Una loro aumentata secrezione grazie ad esercizio fisico intenso stimolerà in modo efficace il dimagrimento. Adrenalina e Noradrenalina sono responsabili anche dell’aumentato metabolismo nelle ore successive all’allenamento, in cui il corpo continuerà a bruciare grassi.
  2. L’allenamento pesi ad alta intensità promuove la produzione di elevate quantità di acido lattico, che stimola la secrezione dell’ormone della crescita (GH), che è anche uno dei più potenti agenti lipolitici (promuove il dimagrimento).

E’ bene sfatare il mito del dimagrimento localizzato: non esiste in letteratura scientifica un allenamento mirato al debellamento localizzato, il dimagrimento che si ottiene con gli allenamenti è generalizzato.

L’esercizio fisico tendente al dimagrimento risulta tanto più ottimizzato nei suoi effetti quanto più la dieta è mirata con l’allenamento verso tal fine. Non è comunque indispensabile né consigliabile variare subito e bruscamente le proprie abitudini alimentari, anche se è giusto prestare maggiore attenzione a ciò che si mangia.

Iniziando dalla colazione sarà sufficiente per esempio sostituire la brioche con una piccola fetta di crostata alla frutta oppure con tre fette di pane tostato e marmellata. Un buon inizio è quello di ridurre lo zucchero nel caffè, evitando ovviamente la panna, se utilizzate il latte che sia parzialmente scremato e invece di uno yogurt intero meglio consumarne metà, e l’altra metà dopo un paio d’ore.

Approfondimenti