I-doser la droga sonora scaricabile


Il GAT della Guardia di Finanza ha recentemente scoperto l’esistenza di una droga “ascoltabile”, diffusa soprattutto tra i giovani spagnoli.

Sul sito I-Doser, infatti messo a disposizione degli utenti un software grazie al quale è possibile scaricare e ascoltare, inizialmente in modo gratuito, poi a pagamento(ma i prezzi sono stracciati) file mp3 che sembra scatenino in chi li ascolta gli stessi effetti di alcune droghe, sia leggere che potenti.

Anche se tutto ciò puo’ sembrare incredibile, in realtà non lo è.

I file musicali «stupefacenti» emettono infatti onde sonore a bassissima frequenza che possono stimolare e indurre il cervello a produrre stati di alterazione psichica simili a quelli provocati dall’assunzione delle droghe tradizionali.

Il meccanismo attraverso cui ciò avviene è quello basato sui “battiti binaurali”, che vennero studiati nei loro effetti sul cervello dal dr. Gerald Oster
alla clinica newyorkese Mount Sinai, negli anni ’70. L’effetto binaurale dei suoni sarebbe un ‘trip’ da infrasuono”, come è stato definito dal Cnr.

La notizia dell’esistenza degli mp3 stupefacenti “spacciati” dal sito I-Doser ha scatenato molta curiosità e allo stesso tempo indifferenza soprattutto negli internauti.

La maggior parte di coloro che li ha “provati”, ha affermato di non aver provato nessuna sensazione particolare, bollandoli quindi come una “bufala”.

Il Cnr ha invece dichiarato che gli eventuali effetti fisici da I-Doser sono ancora da studiare; è bene quindi essere prudenti e non sottovalutare il possibile rischio insito nel «trip da infrasuono”.

Sembrerebbe infatti che le “dosi” distribuite da I-Doser trasmettano attraverso gli auricolari alte frequenze asincrone, facendo arrivare al cervello un tono di 10 Hz tale da favorire effetti di alterazione della percezione.

Immagini tratte da:

http://flickr.com

http://www.i-doser.com/

I-doser la droga sonora scaricabile