Degli scienziati israeliani hanno creato la bibbia più piccola del mondo mettendo la versione ebraica del testo santo in un piccolissimo chip rivestito d’oro.

I ricercatori del Technion, istituto di tecnologia israeliano, sono stati capaci di impachettare le 308,428 parole ebree della bibbia, conosciuta come “il vecchio testamento” su una superficie di appena 0,5 millimetri quadrati. Ohad Zohar, ha diretto il progetto utilizzando principi della nanotecnologia; la nano bibbia è stata sviluppata in un contesto educazionale che ha l’obiettivo di crescere l’interesse verso le nanotecnologie nei ragazzi.

la nano bibbia


[link]