Energie alternative, è stata creata dagli scienziati del Mit una “foglia” artificiale capace di riscaldare da sola una casa.

Daniel Nocera ha condotto la ricerca su una foglia prodotta in laboratorio con il funzionamento di una cella solare; le capacità energetiche della foglia artificiali derivano dalla fotosintesi clorofilliana (trasformazione della luce solare e l’acqua in energia), riuscendo ad amplificare la quantità di energia prodotta (se in natura una foglia produce una quantità di energia pari a 1, la foglia artificiale ne produce 10 volte di più).

Sviluppando questa ricerca gli studiosi confermano che ogni casa del futuro potrebbe riscaldarsi in modo autonomo.

L’aspetto importante di questa scoperta sta nell’economicità dell’applicazione: vengono infatti utilizzati materiali economici come nichel e cobalto in grado di accelerare le reazioni chimiche e di dividere l’acqua in idrogeno e ossigeno; separati, i due elementi vengono inviati ad una cella a combustibile e utilizzati per creare energia elettrica. E’ stato stimato che basterebbero soli quattro litri di acqua per riscaldare un’appartamento.