faccia_inferiore_di_diaframma

faccia_inferiore_di_diaframma

L’importanza di una corretta respirazione

E’ nota a tutti l’importanza di una buona respirazione: è infatti attraverso questo processo che nutriamo il nostro organismo di ossigeno, indispensabile al corretto funzionamento di mente e corpo, e permettiamo l’espulsione delle sostanze tossiche.
La respirazione coinvolge diversi organi , o “vie aeree” , attraverso le quali l’aria viene condotta ai polmoni. Nella maggior parte dei casi, la respirazione coinvolge solo un terzo delle capacità respiratorie a disposizione del nostro organismo.
Moltissime persone respirano con il torace: se ne ha la conferma quando, respirando con la mano sulla pancia, non sentiamo gonfiare quest’ultima durante l’inspirazione.

Le cause e gli effetti di una respirazione scorretta

Sono prevalentemente condizioni di stress fisico e psicologico a determinare una respirazione alterata i cui sintomi sono non solo i dolori cervicali, ma anche dolori lombari, problemi circolatori e dell’apparato digerente. La respirazione scorretta a sua volta causa un blocco inspiratorio: essendo ridotta la fase dell’espirazione, il diaframma rimane bloccato, determinando un sovraccarico degli altri muscoli.

Il ruolo del diaframma nella corretta respirazione

Il diaframma è quel muscolo, situato tra l’addome e lo stomaco, che separa la cavità toracica da quella addominale.
Lo sblocco e il corretto utilizzo del diaframma è alla base di una corretta respirazione, basata sull’inspirazione col diaframma e un’espirazione passiva.
Per far lavorare bene il diaframma, occorre “tenerlo sotto allenamento”, attraverso alcuni specifici esercizi.

Esercizi per sbloccare il diaframma

Per sbloccare il diaframma, si consiglia di partire da un massaggio sull’addome, utile per ripristinare il corretto funzionamento di un diaframma rimasto a lungo poco utilizzato. In posizione supina, effettuiamo con le mani una lieve e continua pressione sotto al margine costale.
In seguito, in posizione sia supina che seduta, sia eretta che carponi, eseguiamo un’inspirazione trattenendo l’aria nei polmoni. Portiamo poi la pancia verso la cavità toracica e riportiamola nella cavità addominale. Concludiamo espirando.

video

Esercizi per rafforzare il diaframma

Per rafforzare il diaframma, possiamo metterci in posizione supina. Dopo aver piegato le gambe in verticale disegnando un angolo 90° gradi, eseguiamo una respirazione addominale appoggiando un peso progressivamente maggiore sull’addome.
Un altro esercizio molto utile prevede che, sempre in posizione supina con le gambe piegate, si appoggino le mani dietro alla testa eseguendo delle contrazioni con il busto verso le ginocchia. E’ importante fare movimenti lenti e corti, cercando di contrarre la parte alta dei muscoli addominali.
Possiamo anche, sempre in posizione supina, sistemare una pallina da tennis a livello delle vertebre lombari e quindi cercare di effettuare un auto massaggio del diaframma eseguendo dei movimenti al di sopra e al di sotto della pallina.
Utilizzando una panca, possiamo appoggiare gli arti inferiori riducendo a zero la curva lombare. A questo punto, inspiriamo ed espiriamo contraendo gli addominali.

Esercizi per mantenere in allenamento il diaframma

Per mantenere in allenamento il diaframma, alterniamo una respirazione addominale ad una toracica: espiriamo rilassando il torace e contraendo i muscoli genitali.
Si consiglia di fare esercizi di allenamento per il diaframma quando sentiamo di non respirare bene, e in generale quando viviamo periodi di forte stress psico-fisico.