scontro tra google ebay

Il Re del Web, Google, che incombe su tutti i concorrenti, fa tremare Jeff Jordan, il presidente di PayPal. Infatti, è di queste ore la notizia riguardante il nuovo servizio GBuy che la casa di Mountan View sta lanciando per i pagamenti on line, andando così a intaccare il mercato detenuto fino ad ora dal popolare PayPal. Ricordiamo che PayPal è uno dei più noti sistemi di pagamento on line e che viene utilizzato sulle aste eBay dal 2002. 

Google GBuy & PayPal

Secondo Forbes il 28 Giugno sarà  il giorno in cui vedrà  ufficialmente la luce GBuy, il servizio che Google ha predisposto in concorrenza al PayPal di eBay. Il tutto si annuncia come «rivoluzionario» in quanto sarà  integrato con le funzioni del motore di ricerca offrendo un importante vantaggio ai siti affiliati. Il tutto, infatti, consterà  in un servizio in grado di monitorare le transazioni offrendo così un importante giudizio di garanzia ai negozi che nel tempo son riusciti a meritarsi tale attestato. Tale indicazione sul motore potrà  apportare ai siti certificati una maggior mole di traffico offrendo dunque maggiori opportunità  di vendita e di guadagno. Se al momento GBuy dovrebbe ignorare ogni tipo di transazione economica, tale approdo dovrebbe essere semplicemente differito nel tempo: il sistema di pagamento (Google Checkout?) sarebbe infatti ideato per una integrazione piena con il market GBuy rendendo così per Google possibile un introito sulle vendite promosse. Siccome tale introito potrebbe attestarsi su un 1.5-2%, per l’utenza la cosa implicherebbe costi minori rispetto a quanto richiesto ad oggi da PayPal (circa 1 punto percentuale in più). Secondo Forbes tale vantaggio non dovrebbe significare granchè nel breve periodo, ma sul lungo termine piccole discriminanti potrebbero voler dire molto.

Ricordiamo inoltre che eBay non sta solo a guardare le mosse di Google ma agisce sferrando eBayAdContext 

eBay AdContext & Google AdSense

eBay AdContext è il piano promozionale in grado, contemporaneamente, di mettere il bastone tra le ruote di AdSense e di promuore le vendite su eBay. Il tutto funzionerà  con il principio proprio delle promozioni contestuali: la pagina verrà  analizzata ed in base ai contenuti risultanti la promozione proporrà  articoli presenti nel catalogo eBay. Il gruppo comunica di aver messo a punto tale tecnologia sulla base di un progetto sviluppato in proprio e basato sulle keyword generate con le ricerche sul sito eBay.

[notizie tratte da http://webnews.html.it/]