Champions League: Juventus-Chelsea 2-2, bianconeri eliminati


10.3.2009 23.01 – Non riesce l’impresa alla Juventus. All’Olimpico, i bianconeri pareggiano 2-2 col Chelsea che passa ai quarti di finale in virtù dell’1-0 di due settimane fa realizzato da Didier Drogba.
Parte bene la Juventus che mette sotto il Chelsea e al 19′ è già in vantaggio: spettacolare azione Iaquinta-Trezeguet, conclusa dall’ex attaccante dell’Udinese con un diagonale sul secondo palo che beffa Cech in uscita. Sembra mettersi bene la partita per la squadra di Ranieri, il Chelsea non reagisce, stordito dalla realizzazione bianconera. Ma in finale di primo tempo succede di tutto: al 45′, giallo in area juventina, tiro di Drogba che sembra aver oltrepassato la linea bianca, non è così per l’arbitro Mallenco che lascia proseguire. Un minuto di recupero e gli inglesi pareggiano proprio allo scadere: conclusione velenosa di Lampard deviata da Buffon sulla traversa, Molinaro e Chiellini, meglio piazzati per rinviare la palla, si lasciano beffare dal ghanese Essien(in foto), talentuoso centrocampista della squadra londinese, ed il pareggio è cosa fatta. Uno pari all’intervallo.

La Juve deve realizzare due gol per passare il turno e ritorna in campo con le migliori intenzioni, ma al 15′ Trezeguet manca il colpo di testa vincente da buona posizione e nemmeno capitan Del Piero riesce a spingere il pallone in porta, l’azione sfuma. Un minuto dopo, esce Iaquinta (qualche mugugno dagli spalti) per Giovinco, che al 18′ prova subito a mettersi in mostra, palla, però, alle stelle. Al 20′, Cech sugli scudi: il portierone ceko si supera su un colpo di testa a botta sicura di Trezeguet e salva la sua porta da una sicura capitolazione. Sostituzione ordinata da Scolari al 21′, esce l’autore del gol, Essien, per Belletti. La rincorsa della Juve deve subire un grave stop al 25′, quando i bianconeri rimangono in dieci uomini per l’espulsione di Chiellini per doppia ammonizione. Ma le emozioni si susseguono: al 28′, sugli sviluppi di un calcio di punizione di Del Piero, fallo di mani in area (e conseguente rissa) di Ballack. L’arbitro non ha dubbi, penalty. Realizza Del Piero al 29′. Cech spiazzato e speranze riaccese. Entra Amauri per Trezeguet al 33′, ma le speranze bianconere finiscono al 38′: grande azione sulla sinistra di Ballack, servizio al centro per Drogba che in scivolata anticipa e batte Buffon, realizzando il 2-2 e il terzo sigillo personale (bissando il gol dell’andata). Le ultime annotazioni sono l’ingresso in campo di Carvalho per Alex nel Chelsea, che nei minuti di recupero manca il gol vittoria prima con Ballack, poi con Drogba.

Finisce 2-2, il Chelsea passa ai quarti
, insieme a Liverpool (4-0 sul Real Madrid), Villareal (vittorioso ad Atene per 2-1 contro il Panathinaikos) e il Bayern Monaco (a valanga per 7-1 sullo Sporting Lisbona). Domani tocca a Inter e Roma cercare di tenere alta la bandiera italiana in Europa.

JUVENTUS-CHELSEA 2-2 (pt. 1-1)
19’pt Iaquinta (J), 46’pt Essien (C), 29’st rig. Del Piero (J), 38’st Drogba (C)


JUVENTUS
(4-4-2): Buffon – Grygera, Mellberg, Chiellini, Molinaro – Iaquinta (16’st Giovinco), Tiago, Marchisio, Nedved (13’pt Salihamidzic) – Del Piero, Trezeguet (33’st Amauri). In panchina: Manninger, Zebina, Ariaudo, Poulsen. Allenatore: Ranieri.
CHELSEA (4-3-1-2): Cech – Bosingwa, Terry, Alex (43’st Ricardo Carvalho), Cole – Essien (20’st Belletti), Obi Mikel, Ballack – Lampard – Drogba, Anelka. In panchina: Hilario, Mancienne, Kalou, Malouda, Deco. Allenatore: Hiddink.
ARBITRO: Mallenco (SPA)
NOTE: Ammoniti Salihamidzic (J), Del Piero (J), Cech (C), Cole (C), Anelka (C), Drogba (C). Espulsi: al 25’st Chiellini (J) per doppia ammonizione. Recupero: 1’ e 4’.

Approfondimenti