Situato in provincia di Mantova, sui colli del Lago di Garda, Castiglione delle Stiviere è un comune di circa 20.000 abitanti ritenuto la capitale artistica e culturale dell’Alto Mantovano.

Castiglione delle Stiviere deve la sua fisionomia di città signorile alla famiglia dei Gonzaga, un cui membro, Luigi Gonzaga, nato proprio qui nel 1568, venne proclamato santo nel 1726, rimanendo venerato nel mondo come ” santo della gioventù”.

Castiglione delle Stiviere è inoltre nota per essere stata luogo della fondazione della Croce Rossa, nata dal coraggio mostrato dalle donne di Castiglione nel portare pronto soccorso alle vittime della Battaglia di Solferino del 1859.

Castiglione delle Stiviere, panorama notturno

Castiglione delle Stiviere, panorama notturno



Cenni storici – Castiglione delle Stiviere

Le origini della città risalgono al periodo etrusco; dopo le invasioni barbariche e la dominazione dei Longobardi (568 – 774 d.C.) ebbe inizio un periodo che vide Castiglione al centro delle contese per il suo possesso tra le famiglie dei Gonzaga, dei Visconti e degli Scaligeri.

Nel 1478 la città divenne possedimento feudale del marchese Ferrante Gonzaga e fu proclamata “principato” dell’Impero. La battaglia di Castiglione(1796) segnò l’inizio della dominazione austriaca, mentre la battaglia di Solferino (1859) ne sancì la fine.

Fu all’indomani di questa battaglia che Henry Dunant decise di creare nel 1864 a Ginevra l’associazione umanitaria della Croce Rossa Internazionale.

Itinerari e luoghi da visitare – Castiglione delle Stiviere

Una visita alla città di Castiglione delle Stiviere puo’ partire da Piazza San Luigi, fulcro della vita sociale di Castiglione, nella quale spicca la fontana tardo barocca, risalente al 1733.

Basilica di San Luigi Gonzaga

Basilica di San Luigi Gonzaga



Dedicata al Santo patrono della Città, la Basilica, così come l’annesso Convento dei Gesuiti, attuale sede del Comune, vennero progettati dall’architetto gesuita Luca Bienni da Salò e costruiti tra il 1612 e la fine del ‘700.

In stile barocco, la basilica presenta una facciata la cui porta lignea risale al 1680 e un campanile sul lato destro.
L’interno, ad una sola navata, presenta una struttura
ad aula molto semplice, con stucchi, e sei cappelle laterali, decorate in stile barocco: la cappella di San Stanislao Koska, la cappella del Crocefisso, la cappella dell’Assunta, la cappella di San Francesco Saverio, la cappella di S.Ignazio di Lojola e la cappella dell’Addolorata.

Tra le opere d’arte, conservate nella Basilica, troviamo cicli di affreschi che ritraggono i principali momenti della vita del santo e tele d’altare.

Da vedere anche l’urna d’argento situata dietro l’altare maggiore,con il teschio di san Luigi.

Castello di Castiglione delle Stiviere

Castello di Castiglione delle Stiviere

Castello di Castiglione delle Stiviere



Edificato tra il sec. VII e il sec. IX, all’epoca delle incursioni barbariche, con la funzione di luogo di avvistamento di invasioni di popoli nemici, il castello divenne in seguito residenza estiva della famiglia Gonzaga, sede della corte del duca Ferrante Gonzaga, padre di S. Luigi.

Nel 1706, con la guerra di successione spagnola, il castello venne distrutto dai francesi. Dell’antico maniero, sono rimasti solo la torre d’ingresso e alcuni resti delle mura perimetrali con un torrione.

Piazza Ugo Dallò

Piazza Ugo Dallò

Piazza Ugo Dallò



Nota anche come Piazza Colonna, la piazza ospita, all’angolo con via Giovanni Chiassi, la costa della balena, Si una mandibola di balena donata.

E’ la Colonna della Giustizia, che reca sulla sommità la statua di Astrea, ad aver dato il nome alla piazza, che in origine, al tempo della dominazione dei Gonzaga, costituiva il centro amministrativo e giuridico della città.

Tradizione Enogastronomica – Castiglione delle Stiviere

La cucina di Castiglione delle Stiviere è quella tipica mantovana. Tra le ricette tradizionali troviamo i tortelli di zucca, gli Agnolini in brodo e il Tortello amaro di Castiglione tra i primi;
il salame mantovano e lo stracotto d’asino e cavallo tra i secondi.

Eventi e folklore – Castiglione delle Stiviere

Sono due le manifestazioni dedicate a
S.Luigi Gonzaga, Santo patrono della città: quella che in ricorrenza della morte (21 Giugno), ricorda il Santo con mostre d’arte a tema, e Castiglione
in Fiore: per ricordare Il Santo,
il cui simbolo è il giglio bianco, Piazza Ugo Dallò e le vie adiacenti vengono adornate di fiori.

Molto attesa è la Fiaccolata della Croce Rossa: nell’ultimo sabato di Giugno un corteo ripercorre i luoghi che furono teatro della battaglia di Solferino, partendo da Solferino (MN) per giungere a Castiglione delle Stiviere.

Buriel è il nome dello spettacolo pirotecnico con il quale ogni anno il 6 Gennaio, a Santa Maria di Castiglione delle Stiviere, si festeggia l’arrivo del nuovo anno. Lo spettacolo ha come sfondo la musica degli Zampognari ed è seguito da un buffet nel quale si possono gustare i prodotti del luogo.

A Carnevale, rivive una festa di lunga tradizione, che ha le sue origini nel secolo scorso. Il Carnevale Castiglionese anima la città con le sfilate dei carri allegorici lungo le vie del centro storico e con altri eventi, tra cui mercatini gastronomici e di Artigianato. Non mancano l’ Elezione di Miss Carnevale, e il Concorso fotografico “Fotografa il Carnevale”.

Viviamo Parco Pastore è il nome dell’iniziativa volta a promuovere la conoscenza del Parco Pastore, che per l’occasione viene animato da mercatini di ogni genere, dedicati a musica, hobby, Collezionismo e Filatelia.

Immagini tratte da:

www.lombardiabeniculturali.it/

http://www.flickr.com

Approfondimenti