“Ciao Milano, Forza Milan”, le parole pronunciate da David Beckam al Meazza per assistere a Milan-Udinese assieme alla moglie Victoria.

“E’ stato bello vedere i bambini che mi hanno consegnato la maglia, sentire l’affetto del pubblico, ma stasera mi sarebbe piaciuto soprattutto giocare“, ha detto nell’intervista di Sky prima della partita e “sarà impossibile non divertirsi” giocando nel Milan anche se “la pressione c’è, ma è esattamente la stessa” che si prova a giocare in qualsiasi top team

Ora è ufficialmente un giocatore del Milan, in prestito sino al 9 marzo ma c’è la possibilità che vi rimanga più a lungo. Un’operazione che ha molto di mediatico ma è anche un colpo intelligente e con ottimi auspici di rivelarsi un affare per i rossoneri e per il campione inglese.

Beckham smania dalla voglia di giocare e ha in testa un chiodo fisso: battere il record di presenze nell’Inghiltera, partecipare al mondiale 2010 in Sudafrica e, possibilmente, vincerlo sotto la guida di Fabio Capello. Quando è iniziata la trattativa con i Los Angeles Galaxy, la benedizione di Capello è stata fondamentale per convincere gli americani ad autorizzare il prestito e perchè la destinazione fosse il Milan. Capello è stato chiaro con Beckham: se non giochi, non ti chiamo in Nazionale, il calciatore ha capito e si è adeguato. La scelta del Milan è stata una naturale conseguenza e le difficoltà che i rossoneri hanno incontrato in questa fine 2008 non hanno per nulla demotivato l’inglese, più che mai convinto di avere fatto la mossa giusta al momento giusto. Considerando gli affanni dell’undici rossonero e l’indisponibilità diRinghio Gattuso per sei mesi serviranno probabilmente altri rinforzi, ma questo è un altro discorso.

Beckham è il calciatore più mediatico del mondo, ma non è venuto in Italia solo per fare shopping, anche se i coniugi non hanno fatto molto per passare inosservati e la loro presenza ha fatto si che tifosi e curiosi bloccassero la centralissima via della Spiga a Milano, dove c’è il negozio D & G degli amici Domenico, Dolce e Stefano Gabbana. Dopo essere stati loro ospiti a pranzo Victoria è rimasta circa due ore a fare acquisti nel negozio degli amici stilisti. Una attività che riesce benissimo alla signora Beckham, quella dello shopping, ma David è a Milano per giocare, e bene, tutti si aspettano di vederlo in campo contro la Roma, possibilità ventilata da Ancelotti.

Ieri però il Mail on Sunday on live dava notizia di un altro “colpo” dell’operazione mediatico-calcistica milanese: David Beckam, potrebbe andare al grande fratello.”Dal momento che il club è di proprietà del magnate dei media e primo ministro Silvio Berlusconi, si prevede che Beckham apparirà in almeno un programma dei suoi canali Mediaset, più probabilmente il Grande Fratello, di cui deve cominciare una nuova serie”, ha scritto il giornale britannico.

Il campione inglese “ha ancora un altissimo profilo, averlo al Grande Fratello sarebbe un successo di audience”, afferma una fonte anonima citata dal Mail, che ha dedicato un ampio servizio alla prima giornata milanese dei coniugi Beckham.

Beckam dal Milan al Grande Fratello


Approfondimenti