Bard (dal celtico bar, che significa rocca, luogo fortificato) è un comune di 134 abitanti, un piccolo borgo medievale situato in Valle d’Aosta, adagiato lungo le sponde del fiume Dora Baltea. E’ uno dei più suggestivi villaggi di attraversamento sorti lungo la strada romana; sin dall’antichità , è sempre stato, grazie alla sua posizione strategica, un sicuro baluardo contro le invasioni. Per lungo tempo il borgo fu dominato della signoria dei Bard, la quale estendeva il suo dominio su tutta la vicina valle di Champorcher.

Bard: itinerari e luoghi da visitare

Bard presenta ancor oggi un tipico assetto urbano di antico borgo, che sorge ai piedi dell’antico forte, con i suoi tetti coperti di “lose”.

Il borgo ai piedi del Forte di Bard

Il borgo ai piedi del Forte di Bard



Castello di Bard

Il Forte di Bard è un’antica fortezza sabauda, che domina tutta la valle di Camporcher. Esso sorge su un promontorio roccioso, all’interno di una strettoia della Valle che si affaccia sull’antica strada romana delle Gallie.

Fortezza di Bard

Fortezza di Bard



Venne costruito da Ottone di Bard nell’XI secolo, e in seguito, quando nel 1242 i Savoia ottennero la signoria di Bard, fecero del castello una fortezza militare, un’importante struttura difensiva, grazie al controllo della strada verso il Canavese che esso assicurava .

Dopo l’assedio e la distruzione da parte dell’esercito napoleonico, nel 1800, nel 1830 ebbe inizio, per volere di Carlo Felice, la ricostruzione del forte, terminata nel 1838. Il forte si presenta attualmente come un complesso composto di tre parti, disposte su diversi livelli: l’Opera Ferdinando in basso, l’Opera Vittorio nella zona mediana e l’Opera Carlo Alberto in alto; comprende complessivamente 283 vani. La nuova piazzaforte è composta da caserme, imponenti mura e feritoie. Attualmente di proprietà  della Regione, il castello ospita dal 2006 il Parco delle Alpi e delle Montagne, un vero e proprio museo tematico sulle Alpi suddiviso in sei sezioni, che, grazie a ricostruzioni d’ambiente, plastici, riproduzioni tridimensionali, offrono un viaggio spazio-temporale nell’universo della montagna.

Museo delle Alpi

Museo delle Alpi



Dal Borgo, il Forte di Bard è raggiungibile per mezzo di ascensori panoramici di cristallo.

Dal forte prende avvio inoltre una serie di viottoli che conducono al borgo storico, che presenta ancora la tipica struttura di villaggio di transito; qui piccole strade animate da piccole botteghe artigiane e negozi di prodotti locali si aprono su meravigliosi scorci. Caratteristici gli stemmi sabaudi sulle facciate delle case, così come l’arcata del ponte-viadotto d’epoca consolare incorporata in un edificio.

Nel borgo si trovano 25 edifici residenziali, risalenti al XV e XVI secolo, dichiarati monumenti storici. All’interno di essi si trovano ancora le antiche scale in pietra, i torchi, gli architravi, e caratteristiche porte in stile medievale.

Casa Nicole venne costruita nel XV secolo su una delle porte d’ingresso al borgo. Originariamente era di proprietà  dei nobili De Jordanis; nel 1744 divenne la residenza dei nobili Nicole, ultimi conti di Bard. Il palazzo presenta una particolare eleganza.

Nel vecchio borgo è possibile visitare anche Casa Challant, attualmente sede di una mostra dedicata ai lavori di restauro per il recupero del Forte e del borgo stesso. Costruita nel XV secolo come residenza del conte Filiberto di Challant, presenta finestre in pietra lavorata sulla facciata, e, all’interno, resti di antichi affreschi.

Da vedere anche Casa Valperga, con la caratteristica bifora al centro della facciata e le due finestre a crociera.

Bard, una via del borgo

Bard, una via del borgo



Bard costituisce una meta interessante anche per i notevoli aspetti paesaggistici. L’area antistante il borgo è infatti costituita da gobbe rocciose dovute all’azione erosiva del ghiacciaio Balteo.

Altre particolarità  naturali sono le marmitte dei giganti, cavità  circolari incise nella roccia del letto fluviale, e i massi erratici, dovuti al movimento dei ghiacciai quaternari; questi due fenomeni sono visibili presso l’attuale cimitero.

Bard: eventi e folklore

Marché au Fort è un’importante rassegna enogastronomica che si svolge in ottobre, nello scenario delle antiche dimore e tipiche case rurali che si affacciano sulla via principale del Borgo: a degustazioni e percorsi guidati tra i prodotti tipici della Valle d’Aosta si alternano animazioni lungo le vie e le piazze del borgo.

Bard: tradizione enogastronomica

Tra i prodotti del territorio, rinomato è il Lardo d’Arnad, un celebre prodotto di salumeria prodotto nella zona del territorio comunale di Arnad, tra Verrès e Bard. Da gustare anche il jambon de Bosses, prosciutto crudo speziato con erbe di montagna, e, tra i formaggi, il salignoun, ricotta piccante, e la toma di Gressoney. Tra i piatti tipici troviamo il fiuor di cousse, fiori di zucca ripieni e cotti al forno, e le paste ad melia, le paste a base di farina di mais, la cui coltura nella valle fu introdotta dal conte Nicole. Rinomato anche l’olio di noci.

Tra i vini del territorio, rinomato è il vino dei rocchi di Bard, un vino rosso dal profumo mandorlato, famoso sin dall’ antichità .

Castello di Bard, visione notturna

Castello di Bard, visione notturna



Immagini tratte da:
http://www.vecchiotorchio.com

Approfondimenti