E’ stato arrestato e condannato a 10 mesi di carcere Giuseppe Andreucci, un pastore casertano di 42 anni residente a Picinisco, in Ciociaria, accusato di aver perseguitato e molestato Laura Pausini.

Dalla fine del 2006 Andreucci non solo tempestava la nota cantante di telefonate, fiori e regali, ma pur di vederla si recava fino a Castelbolognese(Ravenna) e si appostava davanti a villa Pausini, dove abitano i genitori, la sorella e il cognato della cantante.

Il pastore era riuscito infatti alla fine del 2006 a risalire dal cognome della cantante al numero di telefono e alla residenza di Ravenna, cominciando a perseguitarla.

Sembra che l’uomo sia anche arrivato a dare un mazzo di fiori alla sorella della Pausini con un bigliettino in cui c’era scritto: ” a Laura, da tuo marito“.

La Pausini, impaurita, si sarebbe rivolta ai carabinieri per sporgere denuncia, ma l’uomo riusciva sempre a dileguarsi al loro arrivo.

In un’occasione, sorpreso davanti alla villa, li avrebbe aggrediti.

Per questi motivi, già lo scorso aprile l’uomo era stato condannato dal tribunale di Faenza per molestie, disturbo alla persona, resistenza a pubblico ufficiale e violazione del foglio di via a
10 mesi di reclusione con sospensione della pena revocabile attraverso richiesta di pena alternativa, che però non è stata mai presentata.

Per questo, lo scorso 20 ottobre il tribunale di Ravenna ha revocato il decreto di sospensione dell’ordine di carcerazione e lo ha posto in stato di arresto a Cassino (Frosinone).

 Laura Pausini


Approfondimenti