Il Cellulare usa e getta


Il Cellulare usa e getta

In Francia è già arrivato e presto, c’è da scommetterci, arriverà anche in Italia. Di cosa stiamo parlando? Della rivoluzione nel campo dei cellulari, ovvero il cellulare usa e getta.

Scordatevi accessori come fotocamere da milioni di pixel, lettori mp3 e quant’altro i cellulari più costosi hanno nelle loro dotazioni, il nuovo
telefonino della Bic serve solo per telefonare e mandare/ricevere messaggi.

Con un look minimal, il telefonino della multinazionale francese, famosa, soprattutto, per lamette, schiume e rasoi, costa solo 49 euro e nel prezzo sono compresi anche 60 minuti di traffico voce prepagati.

In realtà, a parte la casa di produzione, solo il prezzo lo indica come un usa e getta, poiché la vita media del cellulare Bic è pari a quella dei modelli più blasonati e costosi.

Unica concessione al lusso, la presenza di una Radio Fm integrata al suo
interno, nemmeno con i colori si scherza, solo due le varianti: bianco/arancione e bianco/verde.

Fedele in tutto alla sua linea di semplicità senza tanti fronzoli, l’azienda transalpina non ha voluto far uscire un cellulare con una estetica chissà quanto accattivante o ricercata, il guscio, infatti, è in plastica e in 61 grammi c’è tutto l’occorrente. La batteria è in litio con una buona autonomia, 4 ore in conversazione e 240 in stand-by.

Un telefonino, quindi, in netta controtendenza rispetto a tutte le nuove uscite del mercato, quest’ultimo, sempre più saturo di apparecchi telefonici che, ormai, del telefono hanno ben poco e che sembra servano, solo, ad elevare il proprio ego e il proprio status symbol.

Attenzione, però, il nuovo cellulare Bic sembrerebbe adatto, è vero, ad un pubblico non omologato di “duri e puri”, ma potrebbe, anche, essere preda di chi, da autentico snob, potrebbe mirare a differenziarsi a tutti i

costi dalla massa, comprando un apparecchio nuovo e conosciuto da pochi.

Per fare questo, però, non dovrà andare a comprarlo in mega centri commerciali, ma in tabaccherie, edicole, supermercati, perché è lì che il nuovo cellulare Bic sarà distribuito.

Approfondimenti