Uruguay-Inghilterra 2-1: la doppietta del Pistolero

Va alla Celeste lo spareggio dell’Arena Corinthians: l’Uruguay di Tabarez piega l’Inghilterra grazie a una doppietta del suo bomber Luis Suarez, recuperato a tempo di record dall’operazione al menisco, e torna in piena corsa per la qualificazione agli ottavi. Vittima di tutto questo è anche l’Italia, che aveva esultato dopo il momentaneo pareggio di Rooney, salvo tornare a preoccuparsi dopo il secondo colpo del Pistolero. Ora infatti non basterà neppure battere Costa Rica per ottenere la certezza del passaggio agli ottavi con 90′ d’anticipo: sarà necessario uscire indenni dall’incrocio con la Celeste, parsa rianimata dal ritorno del suo leader offensivo, e non solo per la doppietta. L’Inghilterra si arrende al termine di una battaglia sportiva che si è animata nel secondo tempo. La squadra di Hodgson ha poco da rimproverarsi se non limiti tecnici già conosciuti prima della partenza per il Brasile, e acuiti da un girone così impegnativo. Qualche responsabilità ce l’ha forse anche Hodgson, che insiste su una coppia di centrocampisti poco complementare, ignorando a lungo l’energia di Barkley, ma sono dettagli. E comunque ci sono ancora speranze di qualificazione.

Il primo tempo vive su pochi sussulti, tanta tensione e uno sterile predominio territoriale dell’Uruguay, che ha il possesso palla grazie alla superiorità numerica in mezzo al campo e alle intuizioni sulla trequarti di Lodeiro, ma è pericoloso solo con un sinistro di poco alto di Rodriguez, e un tiro al volo di Cavani. Più concreta l’Inghilterra, che fa una gran fatica a fare gioco ma che riesce a far tremare due volte Muslera: Rooney sfiora la traversa su punizione dal limite, poi la centra con un colpo di testa ravvicinato su punizione di Gerrard. L’Uruguay passa però a fine tempo, con un colpo di testa di Suarez, che prende il tempo a Jagielka e Hart su assist di Cavani.

La partita si stappa e nella ripresa fioccano le occasioni: Hart salva i suoi deviando un angolo di Suarez, poi ringrazia l’errore di Cavani, che spara a lato a tu per tu con il portiere su servizio di Lodeiro. A questo punto la Celeste s’abbassa troppo, cedendo metri alla rabbia degli inglesi: entrano Barkley e Lallana, ma il più pericoloso è ancora Rooney, che sbatte contro i guanti di Muslera su cross di Baines, prima di trovare il pari a cinque dalla fine. Discesa di Johnson sulla destra, e l’attaccante dell United appoggia in rete. Ma non finisce qui, perché il pari non serve a nessuno: Muslera salva su Welbeck, e poi aziona il gol partita con un rinvio lungo che Cavani prolunga per Suarez. Cahill è in ritardo, e nel destro del bomber c’è rabbia e speranza. E un po’ di preoccupazione italiana.

 

Uruguay-Inghilterra 2-1: pagelle e tabellino

Marcatori: 39′, 85′ Suarez; 75′ Rooney
Uruguay: Muslera 6.5; M. Caceres 5.5, Gimenez 7, Godin 5.5, A. Pereira 6.5; A. Gonzalez 6 (79′ Fucile sv), Arevalo Rios 7, C. Rodriguez 6.5; Lodeiro 7 (67′ Stuani 6); Cavani 6.5, L. Suarez 8 (88′ Coates sv). C.t.: O. Tabarez 6.5.
Inghilterra: Hart 6.5; G. Johnson 6.5, G. Cahill 5, Jagielka 5, Baines 6.5; Henderson 5.5 (87′ Lampard sv), Gerrard 5.5; Sterling 5.5 (64′ Barkley 6), Rooney 7, Welbeck 6.5 (71′ Lallana 5.5); Sturridge 6. C.t.: R. Hodgson 5.5.
Arbitro: Velasco Carballo (Spagna) 6.5
Ammoniti: Godin e Gerrard

 

SPECIALE MONDIALI BRASILE 2014 SU SDAMY

Segui su sdamy i Mondiali calcio Brasile 2014, queste le varie sezioni: