André Schürrle

André Schürrle

Germania-Algeria 2-1: Mannschaft, avanti a fatica

C’ha provato fino alla fine, l’Algeria, a vendicarsi del “biscotto” tra Germania Ovest e Austria che impedì agli africani di raggiungere la seconda fase del Mundial ’82, e a mantenere l’imbattibilità con i tedeschi (due partite, due vittorie), ma alla fine la legge del Mondiale ha colpito ancora. La squadra di Halilodzic si arrende ai supplementari, dopo aver reso difficile la vita per almeno per un’ora a Lahm e compagni, che ora sfideranno la Francia, contenta per aver evitato lo strano derby contro i “cugini” di Algeri. Scesa in campo con tante motivazioni e l’entusiasmo per aver raggiunto un traguardo insperato, come nelle precedenti partite l’Algeria non ha retto l’impatto atletico di un primo tempo giocato su ritmi molto elevati, e con un’incrollabile attenzione difensiva.

 

La Germania non ha brillato almeno fino al 60′: manovra lenta e prevedibile, poca qualità con Lahm in cabina di regia, e pochi movimenti davanti, con Özil e Götze sottotono, e il solo Müller sui soliti livelli di eccellenza. Sarà suo infatti l’assist vincente per Schürrle, entrato in avvio di ripresa, e match winner con un colpo di tacco al primo minuto del primo supplementare. Come saranno di Muller i pericoli principali portati alla porta del bravo M’Bolhi, che ha retto in un primo tempo che ha visto i tedeschi concludere solo dalla distanza di fronte all’invalicabile muro algerino, ma i tiri di Muller e Schweinsteiger sono stati sventati dal portiere.

 

L’Algeria non è stata a guardare, almeno per tutto il primo tempo, rendendosi pericolosa dalle parti di Neuer con un paio di ficcanti ripartenze, non trasformate da Feghouli e Ghoulam. Ma dalla fine del primo tempo le energie dei giocatori di Halilodzic sono venute meno, trasformando in un assedio tedesco la seconda parte del secondo tempo, quando Low ha corretto la squadra con Khedira in mezzo e Lahm in difesa. L’Algeria di fatto non è più uscita dalla propria metà campo, M’Bolhi ha detto no altre due volte a Müller, arrendendosi però a Schurrle in avvio di extra-time. Generosa, ma improduttiva la reazione algerina: Mostefa sfiora il pari in mischia, poi Ozil raddoppia di rimessa, prima del meritato punto della bandiera di Djabou. Alla fine sono quasi tutti contenti. Forse anche la Francia.

 

Germania-Algeria 2-1 (d.t.s.): pagelle tabellino

Qui di seguito il tabellino della partita Germania-Algeria:
Marcatori: 91′ Schürrle; 118′ Özil; 12′ Djabou
Germania: Neuer 7; Mustafi 6 (70′ Khedira 6), J. Boateng 5.5, Mertesacker 6.5, Höwedes 6.5; Kroos 5, Lahm 5, Schweinsteiger 6.5 (109′ Kramer sv); Özil 5.5, Müller 7, Götze 5.5 (46′ Schürrle 7). C.t.: J. Löw 6.
Nigeria: M’Bolhi 7; Mandi 6, Belkalem 6.5, Halliche 6.5 (97′ Bougherra 6), Ghoulam 6.5; Mostefa 6.5, Lacen 6.5; Feghouli 5.5, Taider 6 (78′ Brahimi sv), Soudani 5.5 (100′ Djabou 6); Slimani 6. C.t.: V. Halihodzic 6.5.
Arbitro: Ricci (Brasile) 7
Ammoniti: Halliche e Lahm

SPECIALE MONDIALI BRASILE 2014 SU SDAMY

Segui su sdamy i Mondiali calcio Brasile 2014, queste le varie sezioni: