Itinerari luoghi da visitare

Itinerari luoghi da visitare

Praga, città ideale per viaggio/vacanze di Natale

Mete natalizie 2016: Praga
Praga, capoluogo della Repubblica Ceca, è una città quasi magica: il nome Praha, che significa soglia, deriverebbe dalla leggenda secondo cui sarebbe stata una principessa dotata di poteri magici, chiamata Libuše, a volere la fondazione della città.
Torri dorate e ponti costellano la Città delle cento torri”, attraversata dal fiume Moldava; la

By |novembre 30th, 2016|Itinerari luoghi da visitare|0 Comments

Canazei: luoghi da visitare, itinerari e tradizione gastronomica

Situato in provincia di Trento, nella zona di Val di Fassa, Canazei (in ladino Cianacei) è un comune di circa 1.800 abitanti al quale fanno da cornice le Dolomiti, con le vette del Sassolungo,della Marmolada, del Col Rodella e del Sella.
Canazei è una località nota come una delle stazioni sciistiche più frequentate dell’arco alpino, una delle migliori nel panorama sciistico internazionale.
In inverno, Canazei offre la possibilità di praticare sci di discesa e scialpinismo; in estate, escursionismo ed alpinismo.
I nuclei sciistici principali sono il polo centrale di Canazei-Belvedere-Pordoi, quello di Campitello-Col Rodella-Sella e il nucleo Alba-Ciampac-Marmolada.
Da Canazei è inoltre possibile raggiungere con la funivia Passo Sella e Passo Pordoi.
Del territorio di Canazei fanno parte anche le frazioni di Gries, Canazei, Alba e Penia.
Note le la ski Area Marmolada e la Ski Area Ciampac, situata rispettivamente ad Alba e a Penia.

Canazei, panorama

By |marzo 2nd, 2016|Itinerari luoghi da visitare|0 Comments

Scilla: luoghi da visitare, itinerari e tradizione gastronomica

Scilla è un piccolo centro della provincia di Reggio Calabria, situato a pochi km a nord di Reggio.
Il territorio di questo borgo dalle antichissime origini si estende alle pendici di un promontorio situato all’imboccatura dello stretto di Messina.
Il nome del borgo, che deriva dal greco Skylla o Skyllaion(scoglio), secondo la leggenda è da riferire
alla figura mitologica
della ninfa Scilla, oggetto di un incantesimo della maga Circe in seguito al quale la ninfa si trasformò in un mostro che con le sue sei teste distruggeva le navi transitanti nello Stretto di Messina.
Da citare l’antica tradizione della pesca del pesce spada, ingrediente principale di prelibati piatti; la pesca viene ancora oggi praticata con antiche imbarcazioni a remi chiamate “Spadare” o “luntre”.
Gli stessi pescatori offrono interessanti escursioni tra le Grotte per far conoscere il fascino della loro tradizionale attività, attorno alla quale fioriscono ancora oggi suggestivi racconti e leggende tramandate di generazione in generazione.
Oltre ad essere un importante centro peschereccio, Scilla è anche una delle mete balneari più apprezzate dai turisti italiani e stranieri.

Panorama di Scilla

By |marzo 2nd, 2016|Itinerari luoghi da visitare|1 Comment

Natal città Mondiali Brasile 2014: storia, itinerari e luoghi da visitare

Natal è la capitale dello stato di Rio Grande do Norte, collocato nell’estrema parte nord-orientale del Brasile. La città affaccia sull’Oceano Atlantico e sorge sulle rive del fiume Potengi. Natal sarà anche una delle dodici città ad ospitare i Mondiali di Calcio 2014. Fino alla metà del XX secolo Natal ha fondato gran parte della sua economia sull’allevamento del bestiame, prima che un boom industriale portasse alla crescita esponenziale dell’industria del sale e di quella del petrolio: nel primo caso lo stato di Rio Grande è il maggior produttore nazionale, mentre giacimenti di petrolio ancora in parte inesplorati fanno di questo stato il secondo a livello nazionale per la produzione di oro nero. Oggi, però, la forza trainante dell’economia è il turismo: per anni dimenticata dai visitatori internazionali, oggi Natal è uno dei centri più visitati del Brasile, grazie anche alla posizione strategica che la rende vicina tanto all’Europa quanto al continente africano (l’aeroporto della città è il più vicino all’Europa di tutta l’America del Sud), ma soprattutto alla propria vivibilità, favorita a sua volta dal rispetto dell’ambiente e da una saggia gestione dei mezzi pubblici, capace di rendere inesistente o quasi la congestione del traffico. Dal punto di vista climatico, Natal risente della collocazione all’interno del cosiddetto “Poligono della siccità”: per questo per gran parte dell’anno la città è caratterizzata da un clima umido anche durante l’inverno, e le precipitazioni, pur irregolari, sono scarse e molto al di sotto della media del paese.

By |ottobre 6th, 2013|Itinerari luoghi da visitare, Mondiali calcio 2014|0 Comments

Cuiabá città Mondiali Brasile 2014: storia, itinerari e luoghi da visitare

Cuiabá è la capitale dello stato di Mato Grosso, collocata esattamente nella parte centrale del Brasile, all’intersezione tra la zona amazzonica e la vasta zona tropicale del Cerrado. Da qui il soprannome di “cancello meridionale dell’Amazzonia”. La città prende il nome dal fiume sopra il quale è collocata, il Rio Cuiabá, affluente del Paraguay. Con i suoi circa 555.000 abitanti (che salgono però ad 850.000 considerando l’agglomerato urbano formato con Várzea Grande), e con i suoi 3.500 km2, Cuiabá è la meno popolata e la meno estesa tra le dodici città che ospiteranno il Mondiale di calcio 2014. Il condizionale è d’obbligo dal momento che lo scorso giugno, durante lo svolgimento della Confederations Cup che fu contrassegnata da diverse, violente contestazioni da parte dei cittadini brasiliani in protesta contro i presunti sprechi governativi per l’organizzazione dei prossimi eventi (il Brasile ospiterà anche l’Olimpiade 2016), la Fifa minacciò di ridurre ad otto il numero delle città sede dei Mondiali, tagliando proprio i quattro centri più piccoli, e di più difficile raggiungimento, tra cui Cuiabá. Nonostante la vicinanza con la catena montuosa Chapada dos Guimarães, il clima di Cuiabá è tra i più caldi e secchi del Brasile: non di rado le temperature sfiorano i 40° C durante l’estate, scendendo ben poche volte al di sotto dei 10° C durante la stagione più fredda. La stagione delle piogge si concentra tra settembre e maggio.

By |settembre 29th, 2013|Itinerari luoghi da visitare, Mondiali calcio 2014|0 Comments

Curitiba città Mondiali Brasile 2014: storia, itinerari e luoghi da visitare

Curitiba è la capitale dello stato del Paranà, nella zona più meridionale del Brasile, a circa km di distanza dal confine con Argentina e Paraguay. Con una popolazione che sfiora il milione ed ottocentomila persone, Curitiba è la città più abitata del sud del paese, e l’ottava più popolata della nazione. Dominata dalla Serra do Mar, Curitiba è una delle dodici città che ospiteranno il Mondiale di calcio del 2014. Posta su un altopiano e circondata da pianure alluvionali, Curitiba è la capitale brasiliana posta all’altitudine più elevata, ben 934 metri sul livello del mare con il punto più alto, nella parte settentrionale della città, che raggiunge i 1.021 metri. La città, quindi, nonostante la relativa vicinanza con la “calda” Porto Alegre, presenta un clima temperato: estati fresche con temperature raramente sopra i 25° C, mentre in inverno non sono infrequenti escursioni sotto lo zero, che fanno di Curitiba una delle città più rigide della nazione nonché una delle più abituate ad abbondanti nevicate. Tra i personaggi illustri nativi di Curitiba si ricorda su tutti il politico Jaime Lerner, architetto e sindaco della città in tre diverse occasioni tra il 1971 ed il ‘92, ovvero il periodo di maggior espansione amministrativa ed urbanistica vissuto dalla città. Paranaensi sono anche il fisico Cesare Lattes, noto per la scoperta del mesone p, la supermodella Isabeli Fontana ed il calciatore Dirceu, 30 volte nazionale brasiliano e visto in Italia con le maglie di Verona, Napoli, Ascoli, Como ed Avellino prima di scomparire tragicamente in un incidente stradale a Rio de Janeiro il 15 settembre 1995. A lui è intitolato lo stadio comunale di Eboli, ultima tappa della sua carriera italiana.

By |settembre 24th, 2013|Itinerari luoghi da visitare, Mondiali calcio 2014|0 Comments