James Rodriguez

James Rodriguez

 

Colombia-Grecia 3-0: tutto facile per i Caféteros

Tre su tre. In attesa di Uruguay e Argentina, il Sud America fa il pieno anche con la Colombia, che, Brasile a parte, imita il Cile cominciando al meglio il proprio girone di qualificazione. Ma rispetto a Sanchez e compagni, i colombiani impressionano di più: merito anche di una Grecia nettamente inferiore sul piano tecnico e delle idee, ma Pekerman sembra avere messo in piedi una squadra più equilibrata rispetto a quella di Sampaoli, brava nel gestire le diverse fasi della partita e in possesso di molta qualità in attacco. Migliore in campo James Rodriguez, onnipresente nelle due fasi di gioco, e autore del destro di classe che chiude i conti al 93′. Sbloccata subito la partita con un’invenzione di Cuadrado, la Colombia non concede quasi nulla, e la chiude in avvio di ripresa con Gutierrez, il miglior sostituto possibile di Falcao, presente in tribuna a Belo Horizonte. Nella Grecia si salva solo il movimento di Samaras.

 

L’avvio di gara sembra studiato a tavolino dalla Colombia, che parte fortissimo per sbloccare il risultato il prima possibile e mettere così la partita sui binari preferiti. L’impresa riesce, complice una Grecia sorpresa e costretta a difendere troppo basso. Il vantaggio si materializza già al 6′: lancio lungo di Aguilar per Cuadrado, che sorprende Holebas, lo dribbla secco e mette in mezzo, velo di Rodriguez e destro neppure troppo convinto di Armero, che trova la deviazione di Holebas che ritarda l’intervento di Karnezis. Il pallone entra, e i ritmi della partita s’abbassano bruscamente. Entrambe le squadre infatti manovrano lentamente, in linea con la caratteristica comune che le vuole dare il meglio in velocità. Così, aspetto io e aspetti tu, gode solo la Colombia, che però si concede qualche smagliatura di troppo in difesa.

 

Ne approfitta subito Kone, che chiude a lato di poco un’acrobazia al volo su cross dalla sinistra di Holebas, ma sarà l’unico pericolo creato dai greci fino al 30′. La manovra della squadra di Santos è troppo lenta e prevedibile, accendendosi solo quando il pallone arriva davanti, dove il movimento del tridente crea qualche imbarazzo ai centrali colombiani. È quanto succede al 40′, quando Samara lavora un buon pallone sulla trequarti e appoggia in dietro per Gekas, ma l’interno destro del centravanti è deviato in angolo da un volo di Ospina.

 

Ma se nel primo tempo succede obiettivamente poco, dopo l’intervallo si parte su ritmi più alti, per merito della Grecia, che alza la pressione e prova a impensierire la Colombia sganciando terzini e mezze ali. Lo sforzo però produce solo un tiro scentrato di Holebas, e una goffa simulazione in area di Samaras, che evita l’ammonizione scusandosi preventivamente con l’arbitro Geiger. La Colombia non chiede altro che avere metri di campo per ripartire, così il raddoppio è nell’aria: Karnezis si salva con i pugni, ma nulla può al 16′ sul tap in di Gutierrez, che appoggia in rete a pochi passi dalla linea un pallone allungato da Aguilar su corner del solito Rodriguez. Pochi minuti prima Santos aveva mandato in campo il genoano Fetfatzidis, ma a questo punto la montagna da scalare è troppo ripida per una Grecia anche sfortunata quando, al 19′, Gekas è sciagurato nel centrare la traversa di testa a porta vuota su cross dalla destra di Torosidis. L’ingresso di Mitroglou per lo stesso Gekas migliora di poco la situazione dell’attacco greco, ma riaprire la partita per la Greciaè ormai impossibile. E forse anche il girone.

Colombia-Grecia 3-0: il tabellino

Marcatori: 6′ Armero; 57′ T. Gutierrez: 93′ J. Rodriguez
Colombia: Ospina 6; Zuniga 6, Zapata 6.5, Yepes 6.5, Armero 6.5 (74′ Arias sv); Aguilar 7 (69′ Mejia), C. Sanchez 6.5; Cuadrado 6.5, J. Rodriguez 7.5, Ibarbo 6; T. Gutierrez 6.5 (76′ J. Martinez sv). C.t.: J. Pekerman 6.5.
Grecia: Karnezis 6; Torosidis 6.5, Manolas 5, Papasthatopoulos 5.5, Holebas 5; Kone 6 (79′ Karagounis sv), Katsouranis 5, Maniatis 5.5; Salpingidis 5.5 (55′ Fetfatzidis 5.5), Gekas 5.5 (64′ Mitroglou 6), Samaras 6. C.t.: F. Santos 5.
Arbitro: Geiger (Usa) 6.5
Ammoniti: Sanchez e Papasthatopoulos.

SPECIALE MONDIALI BRASILE 2014 SU SDAMY

Segui su sdamy i Mondiali calcio Brasile 2014, queste le varie sezioni: